Derma

La pelle umana è il secondo organo più esteso del corpo umano e funge da barriera fisica, chimica, immunologica e protegge contro radiazioni e radicali liberi. La sua funzione principale è quella di mantenere l’omeostasi prevenendo la perdita di acqua e fluidi extracellulari, mantenendo una temperatura corporea costante attraverso il processo di traspirazione e proteggendo il corpo da infezioni e sostanze tossiche. Inoltre, la pelle ospita cellule immunitarie ed è abitata da miliardi di microrganismi commensali residenti che costituiscono il cosiddetto microbiota cutaneo (MC).

Immediatamente dopo la nascita, la pelle dei neonati viene a contatto con l’ambiente materno e post-natale e viene rapidamente colonizzata da una popolazione diversificata di microrganismi. Si ritiene che il microbiota della prima infanzia sia di notevole importanza poiché stimola lo sviluppo e la maturazione del sistema immunitario e tolleranza immunitaria. La maggior parte dei microrganismi che prosperano sulla pelle umana, forniscono protezione contro agenti patogeni e svolgono un ruolo importante nella modulazione del sistema immunitario innato e adattativo cutaneo dell’ospite.

Ad esempio, alcuni microrganismi producono metaboliti acidi che insieme all’acido lattico presente nel nostro sudore e agli acidi grassi liberi provenienti dall’idrolisi dei fosfolipidi, contribuiscono ad abbassare il pH della pelle, ostacolando la proliferazione di patogeni. Alcuni ceppi di Staphylococcus epidermidis, uno dei batteri più abbondanti sulla pelle umana, produce batteriocine che prevengono la colonizzazione e la formazione del biofilm da parte dello Staphylococcus aureus, un patogeno normalmente osservato nelle malattie infiammatorie croniche della pelle come la dermatite atopica.

Comprendere il microbiota cutaneo, e come mantenerne il delicato equilibrio, è un passo essenziale per conoscere i meccanismi responsabili di una pelle sana. Una disbiosi del microbiota cutaneo è associata a diversi disturbi della pelle come eczema, acne, allergie, forfora, pelle sensibile, irritata o secca. Pertanto, lo sviluppo di approcci che preservino o ripristino il naturale equilibrio individuale del microbiota rappresenta un nuovo obiettivo per la salute della pelle e il benessere dell’individuo.

Come posso aiutarti?

Contattami per ricever euna mia consulenza