Menopausa e andropausa

Durante la menopausa la donna è esposta a importanti cambiamenti ormonali, fisici e psicologici. Ciò può provocare vari sintomi di natura neurovegetativa, quali vampate di calore, palpitazioni e aumenti della pressione arteriosa, sudorazione e capogiri. Questo è causato dalla riduzione degli estrogeni che rimodella anche la composizione corporea, aumentando il grasso viscerale, il rischio di disturbi cardiovascolari e osteoporosi. Frequentemente si associano alla menopausa anche disturbi a livello psicologico quali umore deflesso, aumento dell’ansia, disturbi della concentrazione, della memoria e calo del desiderio sessuale.

I cambiamenti ormonali osservati in menopausa si possono riflettere anche in modifiche a carico del microbiota intestinale con una riduzione della capacità digestiva, la comparsa di sintomi come gonfiore e dolore addominale e alvo scomposto.

Anche il microbiota vaginale subisce importanti modifiche. Il calo degli estrogeni riduce la produzione di glicogeno che è un nutriente essenziale per la crescita dei lattobacilli, una delle comunità più importanti dell’apparato riproduttivo femminile, che consente di mantenere una buona idratazione e trofismo delle mucose e difesa contro la proliferazione di patogeni.

Come posso aiutarti?

Contattami per ricever euna mia consulenza